Musicoterapia con il grave insufficiente mentale

La musica, gli strumenti, il suono possono aiutarci nel tentativo di comunicare con un bambino gravemente ritardato? Possono facilitare la nostra relazione con lui? Possono rendere più gratificante e più felice il tempo e lo spazio del nostro incontro? Nel presente volume ho cercato di dare risposta a queste domande in base all’esperienza personale con bambini plurihandicappati gravi o gravissimi.
In particolare ho riportato i dati e il resoconto di una sperimentazione ministeriale, svolta in una scuola elementare speciale nella quale da alcuni anni, come gruppo di musicisti e ricercatori, conduciamo sedute di musicoterapia.